Non è che l’inizio!

Sono stati tre giorni intensi, pieni di iniziative e di bella gente. La “Notte Bianca” ha riempito la città, un clima sereno, libri, scrittori, suoni, tanta gente alle iniziative. Qualcuno si è lamentato perché erano in contemporanea ma l’idea è proprio quella di offrire tanti stimoli, poi ognuno sceglie, come è giusto che sia. Letti di Sera vuole essere una comunità dove ognuno ha i propri spazi ma che “pensa collettivamente”, in una società “autistica” ed individualista noi vogliamo fare “comunità”, non siamo in concorrenza con nessuno, non abbiamo primati da sventolare, nessuna pretesa egemonica, non vogliamo includere nessuno vogliamo convivere con tutti, con le nostre diversità a partire da alcune convinzioni “etiche”. Il tema del “Porto” e “il Manifesto” che abbiamo elaborato è il nostro orizzonte futuro. Potenza e il Mediterraneo il nostro filo conduttore. In un momento come questo è un obbligo morale indicare tale orizzonte, ricandidare il nostro paese a luogo di tolleranza, ricordando quando eravamo noi a percorrere le vie di acqua e di terra per andare in altri paesi a conquistarci un futuro e a sfuggire alla “fame e la miseria”. Lo abbiamo ricordato continuamente  a cominciare dallo splendido spettacolo musical/teatrale di Francesco Durante, anche in maniera leggera,  per arrivare al gran finale con un imprenditore che pensa che un un altro modello di lavoro è possibile, “l’uomo è ciò che fa” , ricordava qualcuno, il lavoro è la nostra dimensione reale di vita, è ciò che ci permette di essere “zoon politikon”, partecipe e protagonista della nostra vita. E’ il terzo anno che facciamo salpare le nostre navi (dalla seconda edizione) ed è il terzo anno che arrivano navi a questo porto a 800 mt S.l.M. , non abbiamo intenzione di fermarci, anzi cercheremo di essere sempre più espliciti ed incisivi ce lo chiede la nostra terra e questo momento storico dove sembra che la ragione sia andata in vacanza. Abbiamo ancora tanto da fare e lo faremo.

By | 2018-08-06T16:41:44+00:00 06 Agosto 2018|Categories: Uncategorized|0 Commenti